Giornata Mondiale dell'acqua

La giornata mondiale dell’acqua in cosa consiste e come si celebra

Anche quest’anno verrà celebrata la giornata mondiale dell’acqua, altrimenti nota come World Water Day, evento istituito dalle Nazioni Unite, che punta a sensibilizzare le organizzazioni mondiali e le persone sull’uso delle risorse idriche.

Perché si celebra la giornata mondiale dell’acqua

Il 22 marzo sarà la giornata dell’acqua, un appuntamento molto atteso e che rappresenta l’occasione per poter riflettere su come ottimizzare al meglio le risorse idriche.

 

L’intento, infatti, è stabilire le azioni concrete da mettere in atto per preservare il pianeta.

 

Grazie a questa iniziativa le persone di ogni età potranno avere maggiore consapevolezza sulla questione critica che riguarda l’acqua e riusciranno a scoprire come evitare di inquinare gli habitat marini, che vengono ogni giorno compromessi da tutta una serie di problematiche.

 

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile riguardano soprattutto l’accesso all’acqua dolce e il mantenimento dei servizi igienico-sanitari per tutti entro il 2030.

 

A tal riguardo, sarà possibile sostenere programmi di conservazione, anche con piccole donazioni o semplicemente adottando una nuova mentalità.

 

Specialmente i giovani sono chiamati a documentarsi e ad apprendere come impiegare l’acqua.

 

Si tratta di un passo cruciale per contrastare il riscaldamento globale, causa di danni che interessano vari settori economici, fra cui spicca quello agricolo.

Salvaguardare l'acqua

Qual è il tema e quali sono le attività in questa giornata

Durante la giornata dell’acqua si svolgono numerose attività, ad esempio di natura musicale, educativa e teatrale.

 

Più nel dettaglio, quest’anno si punterà a mettere in evidenza il fenomeno della siccità, nonché la scarsità dell’acqua dolce in varie parti del mondo.

 

Il tema del 2024, pertanto, porta il titolo di Acqua e Clima: Connettersi.

 

Questa giornata ci ricorda l’importanza dell’acqua, un bene particolarmente prezioso a cui ogni cittadino deve poter poter accedere senza alcun tipo di discriminazione.

 

Da segnalare inoltre lo stretto legame fra le risorse idriche e i cambiamenti climatici.

 

Del resto, come noto, il riscaldamento a livello globale sta influenzando in maniera significativa il ciclo dell’acqua, al punto da generare condizioni meteorologiche estreme e l’innalzamento del mare.

 

Le scuole, le comunità e le organizzazioni possono fare molto per educare i ragazzi sull’uso corretto, sostenibile e responsabile dell’acqua.

 

Un modo efficace per contribuire alla conservazione di questo bene è di certo la riduzione ad ampio raggio degli sprechi.

 

Utilizzare dispositivi a basso consumo, riparare le perdite delle tubature o praticare l’ottimizzazione idrica fra le mura domestiche, sono soluzioni che possono portare a buoni risultati nel breve e lungo periodo.

 

A tutto ciò si aggiungono gli innovativi metodi di lavaggio che non si limitano solo a regolare opportunamente le quantità d’acqua necessarie, ma permettono di igienizzare senza ricorrere ai detersivi e ad altri prodotti chimici.

Chi ha inventato il World Water Day

La giornata dell’acqua venne proposta nel 1992, anno in cui si tenne il Summit della Terra delle Nazioni Unite a Rio de Janeiro.

 

Nel 1993, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha pensato di fissare il World Water Day per il 22 marzo.

 

Questa data è stata appositamente scelta per mettere in luce quanto sia determinante l’acqua dolce che scarseggia in tante aree, nonché le svariate criticità legate alle risorse idriche presenti nel mondo.

 

Naturalmente la giornata mondiale dell’acqua, prevista all’interno delle direttive del programma agenda 21, costituisce un momento di profonda riflessione, allo scopo di discutere e pianificare gli interventi sostenibili da attuare.

 

Tantissime organizzazioni, istituzioni governative e comunità partecipano attivamente a questa sentita celebrazione, ad esempio attraverso conferenze, campagne di promozione, manifestazioni, meeting e attività concrete volte a migliorare la gestione idrica.

 

Si può sostenere la giornata mondiale anche prendendo parte agli eventi locali, diffondendo messaggi di sensibilizzazione sui social media oppure lavorando a stretto contatto con gli enti che operano con passione per abbattere lo spreco dell’acqua.

L’acqua è una risorsa preziosa

La giornata mondiale dell’acqua 2024 è un momento di grande unione, in cui si può scegliere di apportare modifiche nello stile di vita quotidiano, così da preservare questa vitale risorsa per le generazioni future.

 

Occorre infatti far presente che l’acqua è vita, quindi proteggerla dovrebbe essere una priorità per tutti.

 

Il punto di partenza per la difesa dell’ambiente è il cambiamento radicale delle abitudini di ogni famiglia, bambini inclusi. Non servono grandi stravolgimenti giornalieri, in quanto basta l’uso di piccoli accorgimenti per ottenere maggiore efficienza e di conseguenza ottimizzare l’acqua del rubinetto.

l'acqua è preziosa